Milan International Gelato Award, la finale

Alla prima edizione del Milan International Gelato Award hanno partecipato tredici gelaterie provenienti da tutta Europa (due da Parigi, una da Lugano) la sfida di quest’anno era sul tema Leonardo da Vinci (nel 2019 ricorrono i 500 anni dalla morte).

Poco meno di cinquanta le iscrizioni pervenute per accedere alla gara che si è tenuta nei giorni 19-20 ottobre in occasione della fiera HOST a Milano, dedicata al mondo della ristorazione e dell’accoglienza.
Il Milan International Gelato Award è stato l’unico concorso di gelato artigianale italiano tenutosi in questa fiera.

Il concorso si è svolto presso lo stand dell’azienda BRAVO (produttore di macchine per gelato, pasticceria e cioccolato), unico sponsor, con la giuria composta da Paolo Brunelli (gelatiere), Marco Levati (editore) ed Antonio Mezzalira (gelatiere).

I gusti in gara hanno spaziato dal dolce al salato, con la vittoria del sorbetto di pinoli ed uvetta al profumo di arancia della gelateria Gelart di Sesto San Giovanni (Milano) di Andre Riva.
Centrati sul tema i gusti: crema del Salaí (dolce), la rosa di Leonardo (dolce) e la carabaccia (salato).
Peccato per Enzo Crivella che, col gusto “all’ultima cena, manca il gelato” (un sorbetto di uva fragola), si sia ritirato per non imbarazzare Paolo Brunelli, presidente dell’associazione Compagnia Gelatieri, di cui fanno parte entrambi; anche Iryna Kozlova non è stata giudicata in quanto assente nella giornata di domenica.

Si pubblicano, per trasparenza, i risultati delle votazioni.

MIGA punteggi gusti in gara

L’evento è stato organizzato da Renato Romano, da un’idea partorita con Andrea Sobàn che ha anche coadiuvato lo svolgimento dell’intero concorso allo stand.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *